Privacy Policy

Le coppie accusano Fortnite per i loro divorzi

Sono circa 200 le coppie che nel Regno Unito hanno presentato istanza di divorzio nel corso di quest’anno. Tutte hanno citato la dipendenza dal gioco di sopravvivenza online Fortnite o altri giochi online come uno dei motivi per cui si sono separati. Questo è quanto dichiara la società britannica Divorce Online che offre servizi e risorse per il divorzio. Oltre 125 milioni di giocatori registrati in tutto il mondo ed oltre 1 miliardo di dollari di entrate dal lancio nel 2017 rendono Fortnite uno dei giochi più popolari del momento. A quanto pare, però, c’è un numero crescente di persone che potrebbe desiderare di aver speso un po’ meno tempo a giocare.

Un recente post sul sito di Divorce Online rileva che la società ha deciso di compilare tutte le petizioni di divorzio che menzionavano la dipendenza da Fortnite e altri giochi online dopo aver notato un aumento del numero di coppie che citavano il gioco quando si informavano sui servizi di divorzio.

Le 200 coppie di cui sopra che hanno citato Fortnite quando hanno presentato istanze di divorzio con Divorce Online rappresentavano ancora solo una piccola parte del numero totale di procedimenti di divorzio di quest’anno, secondo la compagnia.

“Questi numeri equivalgono a circa il 5% delle 4.665 petizioni che abbiamo gestito dall’inizio dell’anno e come uno dei maggiori filer (inteso come file server per stoccaggio di grossi volumi di dati) di petizioni di divorzio nel Regno Unito, è un indicatore abbastanza buono”, ha scritto un portavoce di Divorce Online in un dichiarazione.

Quest’ultimo ha anche scritto che “la dipendenza da droghe, alcol e gioco d’azzardo è stata spesso citata come motivo di interruzione delle relazioni, ma l’alba della rivoluzione digitale ha introdotto nuove dipendenze“.

Infatti, a Giugno, l’OMS ha riconosciuto ufficialmente il “disturbo del gioco” come una condizione di salute mentale che affligge i giocatori i quali non hanno il controllo sulle proprie abitudini di gioco per periodi di mesi alla volta. In questi casi, dice l’OMS, “è data priorità crescente al gioco rispetto ad altre attività nella misura in cui il gioco ha la precedenza su altri interessi e attività quotidiane, e la continuazione o l’escalation dei giochi, nonostante il verificarsi di conseguenze negative”.

Circa un terzo dei giocatori di Fortnite ha una media tra le sei e le 10 ore di gioco a settimana, secondo un sondaggio redatto ad Agosto dal sito di educazione finanziaria LendEDU.  Se una fetta così grande di giocatori passa su Fortnite più tempo rispetto ad un videogioco medio, allora forse ha senso che potrebbe diventare un problema per alcune coppie.

Un altro studio, condotto della Brigham Young University nel 2013, ha rilevato che il 72% dei coniugi dei così accaniti gamer riteneva che il gioco del loro coniuge avesse un effetto negativo sulla relazione.

Naturalmente il gioco in questione non è solo accusato di disintegrare le relazioni, ma anche di causare eccessiva stanchezza” in alcuni studenti o comportamenti violenti nei bambini.

Obiezioni a parte, Fortnite non sembra destinato a perdere la sua popolarità in tempi brevi, specialmente con circa 40 milioni di giocatori che si connettono ogni mese e soprattutto in un momento in cui Epic Games si è impegnata a regalare 100 milioni di dollari complessivi in premi nel corso del prossimo anno.

Fonte: ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia

Leggi tutta la notizia su: ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia!   
Clicca qui per leggere la notizia completa:  
"Le coppie accusano Fortnite per i loro divorzi"



Ti piace il sito,? Sostienici, condividendolo sui social network!





Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.